Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy cliccando qui.
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
www.emiliaromagnaturismo.it Emilia-Romagna Turismo

Stagione Teatrale 2015/2016 - IL FU MATTIA PASCAL

Contatto Le prenotazioni via e-mail oppure telefonando al numero 0536 304034
Indirizzo Via Giardini, 190 41026 Pavullo nel Frignano MO
Telefono 0536/304034
E-mail infomacmazzieri@ater.emr.it
Internet goo.gl/TYLJSn

Biglietto � 19,00
Riduzioni � 17,00 per et�: fino ai 19 anni e oltre i 60 � 15,00 abbonati cinema essai � 11,00 card Io Studio Formula 6+ => Sconto di � 2 a biglietto per l'acquisto di un minimo di 6 biglietti per una o pi� rappresentazioni con assegnazione del posto al momento dell'acquisto.

Date 16/12/15
Orario feriale spettacolo ore 21.00. Dal 7 novembre per tutti gli spettacoli della Stagione nei seguenti orari: il giorno precedente e il giorno stesso dello spettacolo dalle 17 alle 19 e nelle serate di programmazione di cinema
Orario festivo spettacolo ore 21.00. Dal 7 novembre per tutti gli spettacoli della Stagione nei seguenti orari: il giorno precedente e il giorno stesso dello spettacolo dalle 17 alle 19 e nelle serate di programmazione di cinema
Scheda aggiornata il 08/12/2015 (100007158)


A cura della Redazione Locale di PAVULLO nel FRIGNANO
presso Ufficio Informazione Turistica del Comune di Pavullo nel Frignano
Via Giardini, 3 - 41026 - Pavullo nel Frignano (MO)
Telefono: 053629964 - Fax: 053629025
Email: uit@comune.pavullo-nel-frignano.mo.it

Versione teatrale di Tato Russo dal romanzo di Luigi Pirandello
Con Renato De Rienzo, Salvatore Esposito, Marina Lorenzi, Giuseppe Mastrocinque, Adriana Ortolani, Carmen Pommella, Francesco Ruotolo, Caterina Scalaprice, Massimo Sorrentino, Lorenzo Venturini

Cosa corrisponde a un semplice nome proprio?

È questa la domanda alla quale intende rispondere il protagonista del romanzo di Pirandello che così inizia il suo viaggio attraverso i vari modi d’apparire di se stesso a se stesso e agli altri, il viaggio tra gli intrighi di una vita moltiplicata all’infinito che ci impedisce, tra convenzioni e compromessi, di capire chi siamo veramente.

Alla ricerca dell’altra parte di sé, o della propria vera identità. Morire per vivere una vita diversa. Scoprire la propria vera identità al di là delle convenzioni che ci hanno formato.

Questo il viaggio di Mattia Pascal, nell’abisso della contraddizione tra essere e apparire. Mattia Pascal è Tato Russo nel doppio ruolo di Mattia Pascal e di Adriano Meis, ma anche gli altri personaggi che concorrono alla sua vicenda si rincorrono nella storia, interpretata così dagli stessi attori in identità e personaggi diversi, quasi a scegliere di non chiarire affatto, nello spettro delle rassomiglianze, la distinzione tra i vari aspetti della realtà.