Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy cliccando qui.
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
www.emiliaromagnaturismo.it Emilia-Romagna Turismo

Monte della Riva

Contatto Promappennino
Indirizzo Loc. Monte della Riva 41059 Zocca MO
Telefono 059.985584 - 986524
Fax 059.986510
E-mail info@promappennino.it
Internet www.promappennino.it

Accessibilità A piedi attraverso sentieri

Scheda aggiornata il 26/04/2015 (50392)


A cura della Redazione locale ZOCCA c/o PROMAPPENNINO
Via Mauro Tesi, 1209 - 41059 Zocca (MO)
Telefono: 059/985584 059/986524 Fax: 059/986510 Email: info@promappennino.it

Il Monte della Riva, la cui quota massima è di m. 808 s.l.m., è una dorsale ad andamento est-ovest che domina l'alta valle del fiume Panaro.In rapporto alla particolare dislocazione geografica appare notevolmente accentuato l'effetto versante sulla copertura della vegetazione. Infatti il versante esposto a sud si presenta fortemente arido e assolato con roverella, citiso, elicrisio ed un interessante presenza di pino nero, mentre sul versante nord crescono castagni, carpini, anemoni, primule, ciclamini, fragole di bosco. Molte sono le presenze faunistiche. Facilissimo è il ritrovamento di resti di pigne rosicchiate dagli scoiattoli o di tracce dei tassi o delle faine. Meno facile, ma non impossibile, è il ritrovamento di borre, resti alimentari dei rapaci, soprattutto notturni, che popolano i vecchi tronchi di castagni secolari. Osservando quest'ultimi poi si possono individuare i buchi dei picchi o la tana notturna di qualche grosso mammifero. Per visitare l'area è possibile percorrere un sentiero ad anello, che salendo sul versante sud consente ampi panorami sul crinale appenninico, mentre al ritorno sul versante nord porta ad immergersi in un fitto bosco di castagni.