Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy cliccando qui.
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
www.emiliaromagnaturismo.it Emilia-Romagna Turismo

Percorso Belvedere

Contatto Promappennino
Indirizzo Via Mauro Tesi 1209 41059 Zocca MO
Telefono 059.985584 - 986524
Fax 059.986510
E-mail info@promappennino.it

Accessibilità a piedi, a cavallo e in mountain bike

Scheda aggiornata il 08/07/2015 (2940)


A cura della Redazione locale ZOCCA c/o PROMAPPENNINO
Via Mauro Tesi, 1209 - 41059 Zocca (MO)
Telefono: 059/985584 059/986524 Fax: 059/986510 Email: info@promappennino.it

L'itinerario escursionistico Belvedere si snoda per circa 48 Km da Casona di Marano al Monte Belvedere su sentieri, mulattiere e piste forestali alternati a brevi tratti di strada bianca o asfaltata: è percorribile a piedi, a cavallo o in bicicletta. Tra Casona e Castellino il percorso si svolge interamente all'interno del Parco dei Sassi di Roccamalatina. E' questo sicuramente uno dei tratti più suggestivi: oltre alle notevoli emergenze naturalistiche del Parco si trovano interessanti testimonianze storico-architettoniche. Da Castellino a Monte Questiolo si percorrono vecchie mulattiere e strade lastricate che collegano tra loro alcuni antichi insediamenti molto suggestivi; inoltre, correndo prevalentemente sul crinale, il percorso presenta alcuni notevoli punti panoramici, tra cui il Monte della Riva e Monte Questiolo. Proseguendo verso Madonna dei Cerreti si attraversano il Rio Rosola ed il Rio dei Canali, due torrenti dall'ambiente selvaggio, e si scende a Villa d'Aiano. Tra Madonna dei Cerreti e Maserno, il percorso si divide ad anello: si può attraversare la Gola di Gea oppure salire al Monte della Croce. Da Maserno si prosegue verso Monteforte, poi, il tratto finale, verso il Monte Belvedere, si snoda tutto in cresta, su una dorsale quasi pianeggiante, prima su mulattiere poi su una pista forestale. Da Monte Belvedere si può proseguire lungo il crinale o scendere a Castelluccio di Moscheda.