Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy cliccando qui.
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
www.emiliaromagnaturismo.it Emilia-Romagna Turismo

Tutte le strade portano a Pavullo - Le antiche vie di Benedello 2

Contatto MTB Appennino
Indirizzo Via Giardini, 7 41026 Pavullo nel Frignano MO
Telefono 335/5829285
Fax 0536/21126
E-mail info@mtbappennino.it , bikepark@vallidelcimone.it , info@vallidelcimone.it
Internet www.mtbappennino.it/index.php/all-mountain/109-pavullo-nel-frignano/164-benedello-bis


Scheda aggiornata il 09/03/2016 (100000723)


A cura della Redazione Locale di PAVULLO nel FRIGNANO
presso Ufficio Informazione Turistica del Comune di Pavullo nel Frignano
Via Giardini, 3 - 41026 - Pavullo nel Frignano (MO)
Telefono: 053629964 - Fax: 053629025
Email: uit@comune.pavullo-nel-frignano.mo.it

itinerario 4 bis

Itinerario 4 Bis

Località di partenza: Chiesa di Benedello (647 m)
Grado di difficoltà: DIFFICILE
Lunghezza: 12,6 km
Dislivello: +578 m  -578 m
Ciclabilità: brevi tratti piede a terra
Quote: min 501  max 803
Pendenze massime: salita 26,6% discesa -37,9%

Il percorso parte dal piazzale della Chiesa di Benedello. Si esce dal paese in direzione est (verso Castagneto), e subito si arriva all'incrocio del cimitero dove si prosegue diritto su asfalto in leggera discesa. Restando sempre sulla via principale si arriva a Crocetello, dove la strada diventa cementata; da qui, dopo una strettissima curva a destra, comincia una ripida e difficile discesa che con diversi tornanti e su un fondo sporco raggiunge un bivio in cui il percorso incrocia una carreggiata da prendere a sinistra. Da qui il percorso si snoda, sempre in discesa, lungo il Torrente Camorano, in una zona bellissima ma abbastanza umida e fangosa. Dopo aver attraversato il torrente si prosegue su uno sterrato con impegnativi strappi in salita (probabile piede a terra) e ci si imbatte in una frana dove sarà necessario caricarsi la bici in spalla e proseguire a piedi per una decina di metri. In questo tratto, e anche oltre, il terreno è complessivamente molto accidentato e difficile da interpretare, anche per le numerose frane, il che presuppone una particolare attenzione laddove anche la mappatura, seppur recentissima, potrebbe non corrispondere più al terreno sottostante. Raggiunta quota 560 m si ricomincia la discesa e si supera un secondo torrente poco prima di raggiungere il Molino del Sasso. Da qui si ricomincia a salire tenendo la destra al successivo incrocio e seguendo le indicazioni del sentiero CAI 510 fino a Mortola. Si prosegue sempre in salita fino ad incrociare la strada asfaltata che a sinistra conduce alla via principale. Si gira quindi a destra sulla SP27 in direzione Pavullo sino a Campiano (fontana); da qui si svolta a destra seguendo l'asfalto fino a quando, sulla destra, si trova una stradina sterrata, dove termina la salita, che scende alla località il Perdè. La si supera e si prosegue in discesa sino alla località La Villa; qui la strada diventa nuovamente asfaltata e scende fino a Iddiano (vale la pena entrare nel borgo e salire fino alla chiesa, per rifornirsi di acqua alla fonte che sta all'inizio del borgo). Si torna sul sentiero tornando indietro dalla fonte e girando a destra subito dopo l'angolo della stalla. Si scende quindi fino al Fosso; ora la strada, sempre asfaltata, sale con pendenze importanti sino a Cà d'Orsolino e quindi a Pian di Scuola. Qui, raggiunto l'incrocio con la strada principale, si gira a destra e si scende verso Benedello.