Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy cliccando qui.
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
www.emiliaromagnaturismo.it Emilia-Romagna Turismo

Tutte le strade portano a Pavullo - Il Ponte del Diavolo

Contatto MTB Appennino
Indirizzo Via Giardini, 7 41026 Pavullo nel Frignano MO
Telefono 0536/325586 - 335/5829285
Fax 0536/308031
E-mail info@mtbappennino.it , bikepark@vallidelcimone.it , info@vallidelcimone.it
Internet www.mtbappennino.it/index.php/all-mountain/109-pavullo-nel-frignano/200-ponte-del-diavolo


Scheda aggiornata il 09/03/2016 (100000793)


A cura della Redazione Locale di PAVULLO nel FRIGNANO
presso Ufficio Informazione Turistica del Comune di Pavullo nel Frignano
Via Giardini, 3 - 41026 - Pavullo nel Frignano (MO)
Telefono: 053629964 - Fax: 053629025
Email: uit@comune.pavullo-nel-frignano.mo.it

Itinerario 10

Località di partenza: Monzone (713m)
Grado di difficoltà: MEDIA
Lunghezza: 8,0 km
Dislivello: salita 322 m – discesa -322m
Ciclabilità: totale
Quote: min 655 – max 908
Pendenze massime: salita 22,8% - discesa -28,4%

L'itinerario parte dalla frazione di Monzone (dove c'è una fontana) e sale ripidamente in direzione Serra, prosegue in leggera salita sino a che, poco prima di Cà Nova, si abbandona l'asfalto a destra su sterrato (fondo sabbioso). Si continua a salire dolcemente oltrepassando una zona dedicata allo sport della ruzzola dove è importante non abbandonare la strada principale; sempre salendo si raggiunge quindi una zona con rocce e sassi e si arriva ad un bivio: per proseguire l'itinerario è necessario svoltare a destra mentre, svoltando a sinistra in direzione di Lama Mocogno, si raggiunge dopo pochi metri un lastrone di pietra sul quale è possibile mettere alla prova la propria tecnica su fondo roccioso. In leggero falsopiano si raggiunge dopo poco il Ponte del Diavolo, un incredibile monolite del periodo eocenico, della lunghezza di 33 metri, che prende il nome dalla sua forma a scavalco di un avvallamento. Nei pressi è possibile riposarsi presso l'area picnic posta in posizione panoramica sul monumento naturale. Si riprende quindi il tracciato con un lungo falsopiano (1,5 km), sempre su sterrato in mezzo al bosco, che porta al Bivio di Casa Mazzoni, presso il quale è necessario svoltare a destra. Si prosegue per poco fino all'inizio di una lunga e bellissima discesa, lungo la quale è tuttavia necessario prestare molta attenzione per la presenza di un fondo sconnesso costellato a volte di rami tagliati e foglie secche. In un tratto ripido il sentiero svolta seccamente qualche volta fino a raggiungere un piccolo fosso che, una volta superato, conduce alla Strada Provinciale 33. Qui si svolta a destra su asfalto e si risale a tornanti sino a Monzone.