Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy cliccando qui.
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
www.emiliaromagnaturismo.it Emilia-Romagna Turismo

L'albaghiccia - Ingresso nord

Contatto IAT del Cimone
Indirizzo Corso Umberto I, 3 41029 Sestola Modena
Telefono 0536/62324
Fax 0536/61621
E-mail infosestola@msw.it

Accessibilità  a piedi

Scheda aggiornata il 06/03/2017 (-3298)


A cura della Redazione locale di Sestola c/o IAT del Cimone C.so Umberto I n� 3 - 41029 Sestola (MO)
Tel. 0536/62324 - Fax: 0536/61621 Email: turismo@comune.sestola.mo.it

Fiancheggiando Piazza Torre e Piazza Albinelli, ci si immette, a sinistra, in via Caserma che scende verso ovest. Questo nome deriva dall'antica caserma dei Carabinieri situata all'inizio della discesa. Si costeggia Piazza Scarperia (su cui si affacciava un laboratorio di calzoleria), prima di scendere le scale (di fianco a "Cà di Feff") che conducono in via Fratta. Proseguendo a destra, si imbocca Via Macello, fino alla Biblioteca Comunale. Nello spazio di fronte e a fianco è piacevole soffermarsi anche per conciliare una rilassante lettura. Ritornati quasi all'inizio di Via Macello, si intravede una scalinata ricavata sul tracciato dell'antica strada (attuale Vicolo Vecchio) che collegava il borgo alla campagna. Giunti in Via Faggiotti, limite esterno del borgo e del paese, si ignora la strada che scende a destra e conduce al Cimitero e, attraversata la strada provinciale, fino al Centro Ippico Sestolese. Dopo aver notato di fronte un'unica teggia per il ricovero del fieno e degli animali, risaliamo invece a sinistra fino al bivio per via Albaghiccia dove, sulla casa d'angolo, è inserita un'antica maestà devozionale. Lasciata a sinistra la fontana pubblica (opera dello scalpellino sestolese Arturo Boldrini), percorso un breve tratto di Via Albaghiccia, sulla destra si apre piazza San Carlo, antico nucleo abitativo del borgo che ospitava famiglie di lavoratori agricoli e mulattieri. Le abitazioni si dispongono anche verso valle e per proseguire il nostro percorso e ritornare in centro, prima scendiamo per Via Albaghiccia fino all'incrocio con Via Vivaio. Da qui si risale a sinistra per l'ultimo, rapido tratto che conduce a Corso Libertà.

Cliccate qui per vedere il depliant