Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy cliccando qui.
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
www.emiliaromagnaturismo.it Emilia-Romagna Turismo

Le Gonde - Panoramica sud

Contatto IAT del Cimone
Indirizzo Corso Umberto I, 3 41029 Sestola Modena
Telefono 0536/62324
Fax 0536/61621
E-mail infosestola@msw.it

Accessibilità a piedi

Scheda aggiornata il 06/03/2017 (-3286)


A cura della Redazione locale di Sestola c/o IAT del Cimone C.so Umberto I n� 3 - 41029 Sestola (MO)
Tel. 0536/62324 - Fax: 0536/61621 Email: turismo@comune.sestola.mo.it

Da Corso Libertà s'imbocca via Cimone (antica via dei Monti), si attraversa la borgata del Perocotto fino a Via delle Ville. Di fronte inizia il sentiero n. 6 (via Cosimo Zona), che conduce nel cuore della pineta dei Roncacci e prosegue fino a Pian del Falco. Noi ci inoltriamo invece a sinistra fino all'imbocco di Via Pian del Falco sulla destra in leggera salita. Proseguendo segnaliamo alcune ville storiche sotto strada sulla sinistra: Majani, Baccarini e Bianchini; sopra strada sulla destra le ville Albertini e Govi. Giunti alla curva Biagini all'altezza dell'omonima villa, s'imbocca via Teresina Burchi Reiter, fino all'incrocio con via Deredinger da dove si può ammirare il panorama verso est e la valle del torrente Leo, sia quello verso nord che incornicia la rupe del Castello. Proseguendo per quest'ultima ci si può immettere nel sentiero n. 8 che, superate le ultime case della località Gonde, prosegue fino alla Faggia grossa e a Pian del Falco. Invece percorriamo in discesa via Gonde fino a via delle Ville al cui incrocio proseguiamo diritto lungo Via delle Rose su cui s'affacciano l'Hotel Tirolo e il Grande Albergo San Marco. Arrivati in Corso Umberto I, procedendo a sinistra rientriamo nel centro del paese.

Cliccate qui per vedere il depliant