Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy cliccando qui.
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
www.emiliaromagnaturismo.it Emilia-Romagna Turismo

Sasso di Sant'Andrea

Contatto Promappennino
Indirizzo Montecorone 41059 Zocca MO
Telefono 059/ 985584 - 986524
Fax 059/ 956510
E-mail info@promappennino.it
Internet www.promappennino.it

Accessibilità a piedi attraverso sentieri

Scheda aggiornata il 24/06/2015 (2901)


A cura della Redazione locale ZOCCA c/o PROMAPPENNINO
Via Mauro Tesi, 1209 - 41059 Zocca (MO)
Telefono: 059/985584 059/986524 Fax: 059/986510 Email: info@promappennino.it

L'area del Sasso di S. Andrea prsenta un elevato interesse paesistico-ambientale, per la contemporanea presenza di diverse emergenze naturalistiche. Geologia: il Sasso si presenta come un affioramento di discrete dimensioni localizzato a settentrione del fosso della Bura. Costituito da roccia arenaceo-calcarea di origine sedimentaria, depositatasi in bacini marini a partire dall'Oligocene superiore (circa 25 milioni d ianni fa), il "sasso" è stato modellato dagli agenti meteorici che ne hanno conformato l'aspetto, degradando le parti scarsamente cementate della roccia. Vegetazione e flora: la peculiare natura geomorfologica dell'area condiziona fortemente la vegetazione presente: a fianco dei boschi di roverella, quercia tipica della collina, si trovano specie come il faggio e l'erica arborea, tipiche rispettivamente dell'alta montagna e della macchia mediterranea. Molte sono anche le specie presenti che risultano protette dalla Legge Regionale. Tra queste vanno ricordate diversi tipidi orchidee e gigli. Fauna: l'ambiente rupestre offre riparo e protezione alla nidificazione di diverse specie di falchi, mentre nei boschi circostanti il sasso nidificano rapaci notturni, picchi e diversi passeriformi. In alcuni mesi dell'anno non è consentito salire sul sasso onde evitare di arrecare disturbo alla nidificazione della ricca ornitofauna presente.