Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy cliccando qui.
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
www.emiliaromagnaturismo.it Emilia-Romagna Turismo

Pieve di Montebonello - Montebonello

Contatto Ufficio Informazione Turistica del Comune di Pavullo
Indirizzo Montebonello 41026 Pavullo nel Frignano MO
Telefono 053629964
E-mail uit@comune.pavullo-nel-frignano.mo.it
Internet www.comune.pavullo-nel-frignano.mo.it/canali_tematici/luoghi_culto/default.aspx#.VsrqxPnhDIV


Orario festivo SS. Messa ore 11
Periodo d'apertura Aperta durante la ss. Messa
Scheda aggiornata il 27/04/2016 (2760)


A cura della Redazione Locale di PAVULLO nel FRIGNANO
presso Ufficio Informazione Turistica del Comune di Pavullo nel Frignano
Via Giardini, 3 - 41026 - Pavullo nel Frignano (MO)
Telefono: 053629964 - Fax: 053629025
Email: uit@comune.pavullo-nel-frignano.mo.it

Di notevole valore artistico e architettonico, la Chiesa di Montebonello rappresenta una delle più preziose testimonianze dell'arte romanica minore frammista ad elementi gotici. E' citata a partire dalla fine del secolo XIII fra le cappelle dipendenti dalla pieve di Coscogno. La facciata d'ingresso, rappresenta uno degli aspetti più interessanti della chiesa. Il campanile sette-ottocentesco fu ricostruito nel 1893, mentre i corpi di fabbrica della canonica risalgono ai primi del '700. L'attuale piazzetta, sagrato, fu un tempo adibita a cimitero. L'elemento più interessante della chiesa che ne caratterizza l'unicità e la signorilità in tutto il Frignano è costituito dagli affreschi, scoperti nel 1978, con successivo intervento di restauro. Gli affreschi coprono i muri laterali e tutta la volta absidale. Ricoperti da una mano di calce per almeno quattro secoli, non se ne ebbe più notizia fino al causale e fortunato ritrovamento nel '78. Non è possibile attualmente stabilire con esattezza il periodo e l'attribuzione degli affreschi, presumibilmente anteriori al periodo rinascimentale; essi potrebbero far supporre la presenza di elementi tardo gotici, ma non sono da escludersi influenze toscane.

Foto di Stefano Aldrovandi