Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy cliccando qui.
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
www.emiliaromagnaturismo.it Emilia-Romagna Turismo

Chiesa Abbaziale di S.Maria Assunta e S.Claudio

Contatto Don Luca Pazzaglia
Indirizzo Piazza Abbadia, 1 41044 FRASSINORO MO
Telefono 0536/ 969818


Scheda aggiornata il 16/10/2015 (1426)


A cura della Redazione locale Unione di Comuni Valli Dolo Dragone e Secchia
Via Rocca, 1 - 41045 Montefiorino (MO)
Telefono: 0536/962727 Fax: 0536/965312 Email: infoturismo@unionecomuniovest.mo.it

Fu iniziata nell'anno 1585 dall'ultimo abate commendatario, il card. Alessandro Riario, morto nello stesso anno in Roma. La chiesa venne costruita entro il perimetro dell'antica abbazia benedettina del 1071. Dagli scavi effettuati negli anni '30 dall'allora arciprete don Fiori e da quelli parziali del 1971, in occasione del IX Centenario della fondazione, danno valore documentale a quanto affermato. La chiesa attuale poggia nella parte nord sulle antiche fondazioni e fu costruita a tre navate: le laterali terminavano con due cappelle e la navata centrale terminava con l'altare maggiore sormontato, dalla fine del XVI sec., dalla pala raffigurante l'Assunta con i santi Claudio e Lorenzo inginocchiati. Verso la metà del sec. XVIII l'allora arciprete Bianchi aprì i finestroni che danno luce sulla navata centrale, le finestre delle due cappelle, costruì un piccolo coro abbattendo il muro dietro l'altare maggiore, rinvenendo due colonne che saranno poste nel ricostruito campanile sito in facciata alla navata sinistra della chiesa. La prima metà del sec. XIX vede altri interventi: le prime cappelle laterali, quella della Madonna delle Grazie e quella del crocifisso; la messa in opera dell'organo; l'ampliamento del coro; l'ampliamento della sagrestia e la costruzione di una seconda sagrestia. Nella seconda parte del secolo viene costruito l'attuale altare maggiore di legno, opera di un artigiano locale. L'inizio del XX sec. vede la costruzione dell'attuale grande organo, opera dei Battani, organari di Frassinoro. Nel 1909 il campanile viene dichiarato inagibile e poco dopo abbattuto. L'attuale campanile viene costruito nel 1927. Attualmente l'abbazia di Frassinoro è una costruzione in pietra locale con parziale reimpiego dei resti provenienti dalle precedenti costruzioni.