Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy cliccando qui.
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
www.emiliaromagnaturismo.it Emilia-Romagna Turismo

Frassineti

Contatto Ufficio Informazione Turistica del Comune di Pavullo nel Frignano
Indirizzo 41026 Pavullo nel Frignano MO
Telefono 053629964
E-mail uit@comune.pavullo-nel-frignano.mo.it
Internet www.comune.pavullo-nel-frignano.mo.it/canali_tematici/frazioni/frassineti.aspx#.VsrnvvnhDIU

Accessibilità

Da Modena: via Estense, a Pavullo percorrere via Giardini fino a piazza C. Battisti, girare a destra e percorrere via Marconi. Continuando si prosegue per la strada Provinciale n.33 direzione Polinago, passato Miceno si arriva a Frassineti.
Da Lama Mocogno: arrivati a Pavullo, percorre via Marchiani fino all'incrocio con via Manni, percorrere la strada fino al successivo incrocio con via Marconi e girare a destra. Percorrere la S.P. n. 33.



Scheda aggiornata il 28/04/2016 (3265)


A cura della Redazione Locale di PAVULLO nel FRIGNANO
presso Ufficio Informazione Turistica del Comune di Pavullo nel Frignano
Via Giardini, 3 - 41026 - Pavullo nel Frignano (MO)
Telefono: 053629964 - Fax: 053629025
Email: uit@comune.pavullo-nel-frignano.mo.it

La comunità di Frassineti ha un'origine storica relativamente recente caratterizzata da alterne vicende: infatti, trovandosi in una zona di confine fra diverse e potenti influenze politiche, finì per gravitare verso l'una o l'altra a seconda degli eventi e delle fortune. La comunità fu quindi costretta dal tempo e dalle circostanze a rifugiarsi nei luoghi più elevati e sicuri per ritornare poi a valle dove oggi si trova la piccola frazione. Il borgo è dominato dall'imponente mole del campanile e della chiesa di S.Giorgio che risale al secolo XVI e rappresenta oggi la chiesa parrocchiale. Di notevole interesse artistico i borghi rurali di Serre, il Sorbo e le Coste.

Foto di Mauro Giorgini